BEAUTY NEWS

Il Coolsculpting spiegato bene: tutto quello che c’è da sapere

Sfoglia gallery {{imageCount}} immaginiimmagine ...

Sfoglia gallery {{imageCount}} immaginiimmagine

È tra i trattamenti più cercati in rete per l’estate 2018 e che sta rubando la scena a classici come la mesoterapia perché dà risultati definitivi. Parliamo del Coolsculpting, la metodologia non invasiva che grazie al freddo permette di eliminare i cuscinetti di grasso. Simile alla criolipolisi di cui si parlava già l’anno scorso, la versione portata in Italia da Allergan ne è l’evoluzione.

Il Coolsculpting non è invasivo, ma non è all’acqua di rose come i trattamenti che si eseguono nei centri estetici. Ecco perché ci sono delle cose da sapere. A partire dal nome.

CoolSculpting®: non sono tutti uguali In molti centri e cliniche di medicina estetica vi parleranno di coolsculpting, ma attenzione. Perché quello “vero” e certificato Fda è un marchio registrato dell’azienda farmaceutica Allergan.

Dove potete farlo: Milano: tudio del Chirurgo Plastico Luciano Lanfranchi in via palestro 20. Roma: studio Acaia Medical in via Acaia 52 dalla Dottoressa Carmela Pisano.

Come funziona: CoolSculpting® si avvale di un sistema di raffreddamento localizzato controllato che mira a colpire le cellule di grasso sottocutaneo senza intaccare la pelle. Le cellule infatti, vengono cristallizzate (congelate) e successivamente eliminate naturalmente dall’organismo, in via definitiva. Tale processo viene definito apoptosi (morte cellulare secondo un processo naturale) che, però, non coinvolgendo altre cellule, non provoca alcun danno ai tessuti circostanti o all’epidermide. Le cellule, alle quali è stato sottratto il calore, vengono successivamente eliminate dall’organismo con la perdita di una percentuale pari al 25% delle adiposità corporee.

Quali zone del corpo si possono trattare: La procedura può essere utilizzata per trattare diverse zone del corpo quali addome, fianchi, culotte de cheval, interno coscia, interno ginocchio, braccia, area sotto-mento.

Quante sedute servono: Nella maggior parte dei casi è sufficiente un’unica seduta, che dura circa un’ora, per ottenere risultati apprezzabili.

Fa male? È possibile avvertire una sensazione di freddo e di leggero pizzicore, ma nulla di doloroso o particolarmente fastidioso.

Dopo quanto si vedono i risultati? I primi risultati sono visibili dopo tre-quattro settimane, per stabilizzarsi in modo definitivo nel giro di qualche mese.

È davvero efficace? Gli studi eseguiti dicono di sì. CoolSculpting® ha un elevato profilo di sicurezza ed efficacia dimostrata da 52 studi scientifici pubblicati. La durata dei risultati è stata osservata a 6 e 9 anni (in 2 casi studio distinti) dopo il trattamento. È l’unica tecnologia di criolipolisi sviluppata dall’Università di Harvard che possiede un sistema di controllo brevettato per il raffreddamento selettivo e personalizzato. Delle 5 milioni di persone che hanno eseguito il trattamento, il 95% è rimasto soddisfatto.

 

L'articolo Il Coolsculpting spiegato bene: tutto quello che c’è da sapere sembra essere il primo su Glamour.it.


+